Prestazione convincente della Winner Plus Pordenone che sbanca il PalaSport di Via Avellaneda grazie alle ottime prove di Davide Galli, Girardo, Truccolo e Muner, mentre a Cordenons non bastano i 17 punti di Pivetta. Ora sotto con i playoff dove nel primo turno si giocherà Intermek-Dinamo Gorizia e Pordenone-Humus Sacile.

Andava in scena al PalaSport di Via Avellaneda il derby tra i padroni di casa dell’Intermek Cordenons e la Winner Plus Pordenons. Partita che non serviva a nessuna delle due squadre in termini di classifica: Pordenone era matematicamente seconda, Cordenons terza, ma un successo avrebbe dato morale prima dell’inizio della post season. Ospiti che si presentavano privi dei centimetri di Gomirato e dell’esperienza di Pin Dal Pos, mentre tra le fila dei biancoverdi era assente Basaldella.

Partenza lanciata per la Winner Plus, che corre e gira palla a meraviglia allungando subito con i canestri di Muner, Truccolo e Girardo. Dall’altra parte sono Damjanovic e Corazza a tenere a galla il team di coach Beretta, con un siluro di Costanzo a fissare il punteggio sul 13-18 del 10’. In apertura di secondo parziale il match si innervosisce, con l’arbitraggio “all’inglese” dei direttori di gara a renderlo particolarmente intenso dal punto di vista fisico: Mattia Galli va su tutte le furie per un contatto non visto vicino a canestro e, per proteste, viene espulso. I suoi non si scoraggiano e continuano a macinare gioco: Piovesana, Truccolo e Girardo trovano facilmente la via dei due punti, non riuscendo tuttavia ad ammazzare la partita perché, sponda Cordenons, Luis e Damjanovic si scatenano dalla lunga distanza con 3 bombe consecutive. All’intervallo è ancora Pordenone a comandare, con Davide Galli che timbra il 38-44 con 5 punti in fila. Nel terzo periodo la Winner Plus fa il vuoto: Truccolo apre dalla lunga distanza, Muner sembra incontenibile e, con altre 3 triple consecutive, Davide Galli mette una seria ipoteca sul successo finale della compagine di coach Longhin. L’Intermek ci prova con i soliti Corazza e Damjanovic, ben coadiuvati da Pezzutti, ma al 30’ deve recuperare 14 lunghezze sul 56-70. Nella quarta frazione Pordenone arriva fino al +20 con 8 punti consecutivi di Girardo e due siluri dell’asse Gelormini-Truccolo (66-86), poi dà spazio alle rotazioni e, nel finale, vede ridursi lo scarto: due bombe di Luis addolciscono la pillola per i padroni di casa, che si arrendono sul definitivo 78-91 con cui termina l’incontro.

Nel primo turno playoff Cordenons, 3ª in graduatoria affronterà la Dinamo Gorizia, mentre Pordenone, grazie al 2° posto in classifica, se la vedrà con l’Humus Sacile.

INTERMEK CORDENONS – WINNER PLUS PORDENONE 78-91 (13-18, 38-44, 56-70)

INTERMEK CORDENONS: Frusi 11, Damjanovic 12, Pezzutti 6, Luis 13, Mezzarobba, Costanzo 8, Corazza 7, Marella 4, Camaj, Pivetta 17, Silvestrin, Lo Giudice. All. Beretta

WINNER PLUS PORDENONE: Galli D. 14, Galli M., Girardo 29, Gelormini 4, De Rosa ne, Deiuri, Marzano, Truccolo 22, Nora, Piovesana 4, Muner 18. All. Longhin

Arbitri: Perabò e Frongia