Le iberiche mettono in mostra un basket spumeggiante e annichiliscono Muzevic e compagne. L’Italia è positiva per 30’, poi cala nel finale ma ottiene una vittoria di prestigio grazie a una super Sara Toffolo (14+12).

Ha preso il via il “Torneo Internazionale Città di Pordenone”, kermesse molto interessante con, di scena, quattro nazionali prestigiose come Spagna, Serbia, Russia e Italia.

Nel primo match del venerdì, tra Spagna e Serbia, lo spettacolo non è mancato: nonostante l’agevole vittoria delle iberiche, costruita sulla grande aggressività difensiva e sul gioco di squadra, la gara è stata l’occasione di osservare alcuni dei migliori talenti del basket femminile europeo. Una su tutte Laura Piera, playmaker mancina che ha illuminato il PalaCrisafulli con le sue giocate personali e per le compagne (10 punti e 6 assist). Tra le fila della Serbia, invece, impossibile non notare Jelena Mitrovic, centrone di 205 cm dotata di buona mobilità e mano molto delicata: per lei 11 punti e 9 rimbalzi in 17 minuti di utilizzo.

SERBIA – SPAGNA 50-75 (17-14, 28-33, 38-56)

SERBIA: Jakovljevic 5, Olic 2, Desic, Stefanovic, Nedelikov 4, Radulovic 2, Vulovic 4, Muzevic 12, Mitrovic 11, Smailbegovic 2, Selakovic 2, Peric 6. All. Bulj

SPAGNA: Blanco ne, Piera 10, Castedo 5, Jimenez 7, Sanchez-Ramos 10, Segura 10, Lacorzana ne, Wone 10, Pendande 10, Hernangomez 8, Mateo 4, Balagué 1. All. Lopez

Arbitri: Boscolo, Tallon e Spessot

Il secondo incontro, quello delle 19.30, vedeva scendere in campo l’Italia di coach Iurlaro, impegnata contro la Russia. Pur senza Sara Madera, infortunata ma sulla via del recupero in vista degli europei, le azzurre hanno giocato un’ottima gara per tre quarti, scappando addirittura sul +20 del 28’. Leggero calo nel finale: Cantone e compagne rischiano più del dovuto e, per poco, non si fanno raggiungere da una Russia agguerrita e trascinata dai canestri di Ignatova e Andrushchenko. Un appoggio di Sara Toffolo (migliore in campo con 14 punti e 12 rimbalzi), tuttavia, chiude i giochi in favore dell’Italia. Positive le prove di Alice Gregori ed Elena Vella, entrambe in doppia cifra, mentre per la Russia, oltre alle sopracitate, ha fatto una buona impressione Pavliuchenko, ala dotata di ottima tecnica e fisicità.

ITALIA – RUSSIA 64-57 (18-14, 31-28, 54-36)

ITALIA: Ianezic 6, Berrad 4, Cantone 8, Toffolo 14, Conte, Giudice, Gregori 10, Profaiser 6, Vella 10, Bocola, Baldi 6, Patanè. All. Iurlaro

RUSSIA: Shushunova 5, Pirvits 8, Antoshina 1, Mikhailova, Ignatova 13, Pavliuchenko 7, Egorova 5, Rakhimova, Kuchina 4, Petrova 2, Veselova 3, Andrushchenko 9. All. Tokareva

Arbitri: Maffei, Zuccolo e Bramante

Oggi si parte alle 17.00 con Russia-Spagna, a seguire Italia-Serbia, ore 19.30.