Il Basket Club San Vito, dopo aver sfiorato la finale per salire in C Silver, si ritira ufficialmente dal campionato di Serie D. I motivi alla base della scelta sono esclusivamente economici: nell’impossibilità di sostenere i costi della stagione 2019/2020, i sanvitesi manterranno vivo solo il settore giovanile.

È un fulmine a ciel sereno quello che, agli albori di agosto, si avventa sul panorama cestistico sanvitese: a sorpresa e dopo una stagione 2018/2019 vissuta da autentica protagonista (a lungo in vetta alla classifica e a un passo dalla finale per la promozione in C Silver, svanita alla “bella” contro Geatti solo dopo un tempo supplementare), la società del presidente Trevisanut rinuncia alla partecipazione al prossimo campionato di Serie D.

I motivi della decisione, sofferta, del Basket Club San Vito, sono riassunti nelle parole del presidente Andrea Trevisanut:

“A malincuore, con profonda tristezza, siamo costretti a rinunciare al campionato di Serie D e, più in generale, alla prima squadra. Ho provato fino all’ultimo a far quadrare i conti ma, stante il ritiro di alcuni sponsor e vista l’estrema difficoltà nel trovarne di nuovi, non sono riuscito ad ottenere i presupposti per il sostenimento dei costi relativi alla stagione 2019/2020. È una scelta difficilissima e dolorosa, ma non abbiamo avuto alternative. Mi dispiace per tutti: per i ragazzi, che hanno dato tutto per la maglia, per Roberto e tutto lo staff tecnico che ha sempre lavorato con grande professionalità, per Franco e per Luca, che aveva già chiuso alcuni colpi importanti per rinforzare la squadra, e ovviamente per tutti i nostri tifosi. Ringrazio tutti loro per ciò che hanno dato al Basket Club San Vito.
In questo momento dobbiamo pensare a ciò che è nelle nostre possibilità e quindi concentrarci sul settore giovanile: è già successo in passato e, come allora, ripartiremo dalle fondamenta, confermando le squadre (minibasket e under) e lo staff della passata stagione.”

La decisione del club sanvitese, oltre che sulla composizione dei gironi, inciderà anche sul mercato: un’intera squadra è, in questo momento, in cerca di sistemazione. Tra i tanti, citiamo i veterani Cristante, Moretuzzo e Cristofoli, il lungo Gioele Bianchini e il playmaker Giovanni Falomo, esploso letteralmente nella passata stagione.