I biancoverdi spaccano la partita tra secondo e terzo quarto, per poi controllare nel finale. Pivetta e è il migliore con 21 punti, mentre la Vis si consola con la differenza canestri (all’andata finì 80-93).

Aria di derby alla Favorita di Spilimbergo, dove i padroni di casa della Vis ospitavano l’Intermek Cordenons. Umore opposto per le due formazioni: i mosaicisti erano reduci dal successo in casa Don Bosco Trieste, mentre i B-Boys arrivavano dalla pesante sconfitta di Codroipo, e si presentavano privi di Frusi e Luis.

Primo quarto molto equilibrato: Bardini e Passudetti provano a far fuggire la Vis, ma Cordenons non si lascia impensierire e, grazie alle incursioni del duo DamjanovicPezzutti e alle bombe di Costanzo e Casarsa, riesce ad impattare sul 16-16 del 10′. È nel secondo periodo che i viaggianti prendono in mano le redini della partita: Damjanovic è scatenato e, ben coadiuvato da Pivetta, Pezzutti e Mezzarobba, dà il là al primo vero allungo della gara portando il vantaggio ospite in doppia cifra. La Vis sembra sbigottita dal ritmo dei biancoverdi, colleziona numerose palle perse e non riesce a tirare con buone percentuali: nonostante le triple di Del Col e Bagnarol, i mosaicisti subiscono un un ulteriore break di 0-9 e scivolano sul -17 dell’intervallo (26-43). La musica non cambia nel terzo parziale, con gliuomini di coach Musiello a cercare di riaprire la partita e con l’Intermek a rispondere colpo su colpo riuscendo addirittura ad aumentare le distanze. Se da una parte sono De Simon, Passudetti e soprattutto Bagnarol (6 punti consecutivi) ad impensierire la retroguardia di coach Beretta, dall’altra è uno strepitoso Pivetta a caricarsi la squadra sulle spalle conducendola fino al + 19 del 30′ (42-61). Nell’ultima frazione di gioco Cordenons si limita ad amministrare: i biancoverdi rallentano vistosamente i ritmi offensivi per far scorrere il cronometro, rischiando qualcosa quando un gioco da 4 punti di De Simon sembra poter riaprire la partita. Una bomba di Passudetti porta lo scarto sotto la doppia cifra a 2′ dalla fine, ma un siluro di Damjanovic mette la parola fine all’incontro. Nel finale, i liberi di Fabris permettono alla Vis, quantomeno, di preservare la differenza canestri: il 58-70 con cui Cordenons vince l’incontro non basta infatti a ribaltare il -13 dell’andata.

Nel prossimo turno la Vis sarà impegnata contro la Goriziana, mentre Cordenons ospiterà la Lussetti Servolana.

VIS SPILIMBERGO – INTERMEK CORDENONS 58-70 (16-16, 26-43, 42-61)

VIS SPILIMBERGO: Bardini 6, Fabris 5, De Simon 9, Favaretto, Paradiso 2, Passudetti 14, Bagnarol 9, Del Col 3, Gaspardo 5, Bianchini 5. All. Musiello

INTERMEK CORDENONS: Damjanović 13, Pezzutti 9, Mezzarobba 4, Casara 3, Costanzo 7, Corazza 6, Marella 5, Camaj 2, Basaldella, Pivetta 21. All. Beretta

Arbitri: Lunardelli e Sellan

Foto: Elena Barbaro