Una stagione degna di nota.
Una stagione fatta di idee, fatica e forte impegno quella degli Eagles dell’Aviano Basket che sono riusciti a portare a termine un importante progetto per il Centro di Riferimento Oncologico (CRO) di Aviano.
Una raccolta fondi che, grazie ad un’ottima comunicazione, ha coinvolto centinaia se non migliaia di persone e dato notorietà al movimento delle “Aquile”.

Gli Eagles nascono dalla mente del Capitano Max Rizzo, deus ex machina di questo progetto, riassunto con le seguenti parole:

“In questi mesi ci siamo messi in gioco e abbiamo lavorato molto per creare un movimento sportivo moderno, di grande appeal e che trasmettesse un forte senso di appartenenza ai nostri ragazzi. Siamo riusciti a coinvolgere una sorprendente quantità di persone, a partire da atleti, genitori e tifosi, fino ad arrivare a semplici appassionati dello sport e persino personaggi dello spettacolo.
Mi emoziona e mi riempie d’orgoglio vedere sempre più bambini che ogni domenica riempiono il nostro palazzetto e tifano per la nostra maglia e sapere quanti giovani sono sempre più disponibili a darci una mano dietro le quinte. Una prova evidente ci è data dai playoff appena terminati, una vera e proprio vittoria se la vediamo dal punto di vista del coinvolgimento dei nostri tifosi!
Si sta creando un gruppo solido, una vera famiglia. Questi sono gli Eagles!
Come annunciato ad inizio stagione ci siamo inoltre impegnati anche fuori dal campo, riuscendo, dopo parecchi sforzi e tanta costanza, a mettere il primo mattoncino (citando il dott. Luca Miceli) per un innovativo progetto di riabilitazione al CRO di Aviano. Questo era un obiettivo che ci eravamo posti e il cui raggiungimento va oltre le vittorie ottenute sul parquet.
Spero che quest’onda di entusiasmo e partecipazione possa proseguire anche in futuro supportando chi ne ha bisogno e contribuendo alla crescita del basket locale! #goeagles”

Recentemente la società ha donato al CRO la strumentazione concordata e necessaria per i primi passi del progetto. Il dott. Luca Miceli, responsabile del progetto di riabilitazione, ha poi concesso un’intervista che è da oggi disponibile sul canale Youtube dell’Aviano Basket. In questo modo gli Eagles vogliono dare un riscontro inequivocabile a chi contribuisce da tempo.

Riassumendo l’intervista in breve:

“Buongiorno, sono Luca Miceli e lavoro al CRO da circa un anno. Mi occupo di dolore e di riabilitazione. Attualmente stiamo cercando di inserire nell’Istituto avianese un nuovo percorso riabilitativo che fino ad ora non era presente. Riguarda proprio questo tema il felice incontro con la società sportiva Aviano Basket. Ci siamo trovati subito in sintonia quando ho scoperto che la società stava aiutando l’Istituto a costruire un percorso che di fatto non era ancora stato formalizzato. Da qui abbiamo inquadrato una linea comune iniziando a lavorare assieme.
L’idea è quella di un telemonitoraggio per verificare che gli ex-pazienti facciano sempre l’attività fisica prescritta e consigliata nel modo corretto. È proprio su questo punto che gli Eagles sono intervenuti donando al CRO una serie di cardiofrequenzimetri ed un computer, dando la possibilità in un prossimo futuro di seguire anche a domicilio le persone che da tutta Italia sono state pazienti dell’Istituto aderendo ad un progetto di attività fisica.
Mi ha davvero colpito la voglia di fare di questi ragazzi, ed è la prima volta che mi trovo a lavorare in un Istituto in cui c’è qualcuno che già sta lavorando per dare vita ad un progetto che non c’è. Ora il progetto è realtà e stiamo mettendo vicino i mattoncini di cui il primo, che viene dall’esterno, è stato proprio quello dell’Aviano Basket.
Vi faccio un in bocca al lupo per il vostro campionato.
Ci rivedremo e aggiorneremo presto!”

Gli Eagles ringraziano di cuore tutte le persone che hanno reso possibile questo traguardo:

• la dirigenza della società Aviano Basket e tutti i ragazzi dello staff
• i responsabili del CRO che ci hanno aiutato
• i nostri tifosi e le famiglie dei giovani atleti
• i nostri sponsor
Juliana Moreira e tutti gli ospiti (cantanti e ballerini) che si sono esibiti gratuitamente

Speriamo che sia solo l’inizio di qualcosa di più grande!

#GOEAGLES